STREET-APP 4 INCLUSION è un progetto di innovazione strategico della durata di 24 mesi rivolto a giovani educatori ed operatori sociali per la costruzione di processi ed attività inclusive che riguardano le persone emarginate.

La partnership opera in un contesto europeo nel quale i paesi coinvolti hanno dovuto affrontare gravi fenomeni di esclusione sociale interna (Romania, Macedonia settentrionale) e tumulti sociali collegati alla recente percezione dei flussi migratori nei paesi del Mediterraneo (Italia, Spagna).

Secondo gli ultimi dati ufficiali (sondaggio ESDE del dicembre 2018), il contesto europeo complessivo si sta gradualmente riprendendo in termini di occupazione giovanile e partecipazione dei giovani alla vita sociale e comunitaria, ma esistono ancora troppi angoli di esclusione sociale in tutti e 4 i paesi coinvolti.

Il nostro progetto vuole entrare nella dimensione di base in cui operano quotidianamente i 6 partner, evidenziando le disuguaglianze sociali che continuano a colpire gruppi target vulnerabili come bambini di strada, giovani dipendenti da droghe, nuovi migranti, giovani con disabilità, minori di etnia Rom, orfani e bambini che subiscono violenza, giovani isolati che vivono nelle aree rurali e nelle periferie urbane.

Il partenariato transnazionale si muove da un background comune e ha concordato come OBIETTIVO PRINCIPALE il potenziamento e il rafforzamento della metodologia di ciascun partner attraverso un miglioramento delle competenze digitali dei loro animatori giovanili, per affrontare con efficacia il lavoro verso i gruppi target vulnerabili, attraverso attività di sensibilizzazione basate su approcci creativi come: circo sociale, teatro sociale e musica, NFE.

OBIETTIVI SPECIFICI:

– Migliorare e innovare gli strumenti e la qualità del lavoro sociale dei giovani operatori ed educatori

– Potenziare le associazioni giovanili con un’azione di rafforzamento delle capacità relative al programma ERASMUS + grazie alla cooperazione transnazionale e alla formazione congiunta del personale condividendo buone pratiche tra i giovani operatori della comunità UE.

– Rafforzare la comunità e il sostegno reciproco degli operatori giovanili tra pari nell’UE, grazie a strumenti innovativi nell’era digitale.

 

PARTNER

Melazeta srl ​​creerà uno strumento mobile ICT interattivo e di supporto per i giovani lavoratori che lavorano negli interventi sul campo.

L’APP si baserà sulla fase di ricerca IO1 e sui contenuti forniti dai partner del progetto per supportare gli operatori sociali / giovanili e le organizzazioni che si occupano di attività di sensibilizzazione rivolte ai giovani con minori opportunità nelle aree urbane e rurali emarginate.

L’APP aiuterà a creare una comunità di giovani e assistenti sociali per condividere tutoraggio in tempo reale e casi reali vissuti da professionisti di organizzazioni dell’UE che sono direttamente coinvolti in attività di educazione non formale e inclusione attraverso attività di sensibilizzazione creativa e interventi di unità di strada

UX e UI miglioreranno quattro aree di competenza delle attività dei giovani / operatori sociali e delle organizzazioni:

– Fase di ascolto / monitoraggio: lista di controllo, contenuti educativi e modulo di preparazione all’ispezione; segnalazione di aree altamente difficili / a rischio; creazione di un POI georeferenziato (punto di interesse);

– Fase di pianificazione: accesso a documenti e rapporti relativi al POI segnalato; funzione di gamification: flashcard per aiutare a pianificare la fase di delineazione; esplorazione di formati di intervento utilizzati in POI simili; ricerca / creazione e assegnazione di attività per giovani all’interno del POI; accesso alla comunità: ricezione di suggerimenti e valutazione delle risorse relative alle attività da svolgere; pianificazione del percorso;

– Fase di attivazione: check-in POI e checklist in loco; caricamento in tempo reale di media, annotazioni e commenti; registrazione del percorso e pulsante “no-panic” per richiedere aiuto, suggerimenti e / o tutoraggio in tempo reale dalla community;

– Fase di follow-up: verifica con e creazione automatica del rapporto di attività da condividere come caso di studio con la comunità; autovalutazione; checklist di monitoraggio per successive ispezioni;

I contenuti forniti dai partner del progetto (ad es. Documenti, lista di controllo, ecc.) possono essere gamificati e diventare quiz e / o flashcard per stimolare e coinvolgere i giovani lavoratori nell’apprendimento di nuove competenze durante le diverse fasi. La gamification consiste nell’uso della progettazione e della meccanica del gioco in un contesto non di gioco, così da offrire pedagogie innovative che aggiungono elementi coinvolgenti al materiale educativo e motivano i giovani lavoratori a tenersi al passo con la comunità in modo divertente.